Benvenuto in questo nuovo articolo!

Qui è Donato Attomanelli.

Scrivo, appellandomi alla mia esperienza e a tutta la strada percorsa in questi anni, con l’obiettivo di perseguire uno scopo molto semplice:

Fornire il maggior numero di informazioni alla categoria degli installatori.

Ovviamente ti parlerò solo delle applicazioni relative al mio settore; non sono un guru e quindi non ti parlerò di altro.

Ti parlo del settore in cui sono cresciuto, quello dell’impiantistica, che conosco nel dettaglio, perché so riconoscerne i problemi e applicare le plausibili soluzioni.

Ti parlerò, nello specifico, di marketing applicato al nostro settore… e, per capire la mia volontà di spiegarti cos’è il marketing, devo necessariamente partire da più lontano e offrirti una panoramica generale sulla realtà aziendale italiana.

Sei pronto?

Allora cominciamo!

L’assetto delle aziende italiane

La maggior parte delle aziende italiane si muove seguendo lo stesso principio: nasce da altre aziende.

L’imprenditore che oggi ― o fino a vent’anni fa ― ha creato un’azienda, non è altro che un ex-dipendente che si è staccato dalla vecchia attività, anche portandole via alcuni clienti, per formarne una nuova.

Te lo dico senza troppi fronzoli, perché anch’io ho messo in atto questa manovra.

Nel caso dell’installatore, si tratta di un tecnico che si è staccato dalla vecchia azienda per crearne una nuova.

Questo può portarti subito a una deduzione spontanea:

essere un tecnico è diverso dall’essere un imprenditore.

Perché?

Perché, nel momento in cui diventi un imprenditore, devi pensare a:

  • Come acquisire i clienti: perché senza di essi non lavori, anche se sei un super tecnico.
  • Come si gestisce un bilancio a livello amministrativo: perché non sei più un dipendente, e l’F24 o la busta paga non sono più gestite dal tuo datore di lavoro. Sono conti che dovrai organizzare e produrre tu.

Non puoi affidarti solo al commercialista perché, per me, la prima regola è:

il commercialista della tua azienda devi essere tu.

Il marketing per gli installatori elettrici

Devi conoscere i tuoi conti prima di andare avanti, diversamente non puoi permetterti nemmeno di fare marketing.

Se non conosci i tuoi numeri, i tuoi utili e i tuoi guadagni non puoi destinare soldi al marketing.

Non saprai gestirli, non saprai nemmeno valutare in termini economici cosa vuol dire acquisire o perdere un cliente.

Entrambe le situazioni hanno un costo.

La maggior parte delle aziende italiane nasce proprio da un dipendente che si stacca dall’azienda per creare la propria… ed è il più grosso deficit dell’artigianato, in generale, e dell‘installatore, in particolare, che non è altro che un tecnico.

Devi cominciare a studiare il marketing perché:

devi cominciare a capire come apportare benessere alla tua azienda.

Il marketing è tutto quello che ti serve per lavorare e guadagnare di più.

Deve essere una strategia presente all’interno di ogni azienda, a prescindere dal settore.

Perché ogni azienda, per funzionare, ha bisogno di una mirata e concreta iniziativa di marketing.

Sull’argomento, in verità, c’è ancora molto scetticismo.

Ci sono ancora imprenditori che credono che il marketing non sia applicabile a ogni realtà e che sia una strategia del tutto marginale e poco importante.

Ebbene, se anche tu pensi che sia così, sappi che stai sbagliando.

Non sempre sono stato ascoltato, a volte sono stato addirittura deriso.

Questo però (E TI PARLO CON TUTTA LA SINCERITÀ POSSIBILE), poco importa, a contare sono i risultati raggiunti, i fatti.

Non sono io personalmente a parlarti di fatti, ma tutti quegli installatori che fino a ora mi hanno seguito e hanno raggiunto importanti obiettivi.

Voglio farti una precisazione doverosa: voglio dirti quello che NON sono.

Ogni volta, sul web, capita di incontrare un formatore o un guru illuminato… ovviamente io non parlo per loro, ma voglio precisare che…

Sono tutto fuorché un motivatore.

Se riesco a motivarti attraverso quel che dico e faccio, per me va bene e ne sono felice, però non mi fermo al mero discorso motivazionale.

Come ho sempre detto: la motivazione è come una fiamma, ma se dietro non c’è un metodo, questa fiamma si spegne.

Con me, oltre alla motivazione, c’è sempre un metodo, c’è sempre qualcosa da fare per attivarsi e concretizzare quello che dico.

Io sono un concretista!

Tutto quello che dico, deve essere seguito da un riscontro.

Per esempio, se imparo qualcosa da altri e lo metto in pratica ma non si concretizza, allora lo metto da parte, lo elimino.

È per questo motivo che ti parlo di tecniche e pratiche.

Sono contento se riesco a trasferirti una buona dose di motivazione, ma il mio compito è un altro:

Fornirti importanti concetti di marketing.

Il mio compito è proprio darti informazioni, affinché tu possa conoscere effettivamente le potenzialità del marketing, perché ti permetterà di:

  • Vendere di più
  • Fatturare di più
  • Produrre più utili

Per crescere c’è bisogno d’impegno e dedizione e, se sarai pronto a lanciarti in questa nuova avventura, troverai in me un ottimo compagno di viaggio!

Possiamo partire con calma e dedicarci agli elementi fondamentali, sin da subito.

Innanzitutto, voglio proporti un percorso formativo molto semplice e veloce: la lettura del mio nuovo libro, a cui tengo moltissimo.

 Si tratta di “Installatore TOP”.

È un progetto nel quale credo molto, capace di convincere anche i più scettici e di spingere alla crescita.

Sei pronto? Io ti aspetto! Nel frattempo, vai a dare un’occhiata -> www.installatoretop.it/offerta

A presto,
Donato.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *